Da lunedì 5 ottobre riprendono tutti i corsi in presenza. Clicca qui per leggere le norme da rispettare per accedere alla scuola

Canto

Studia canto con noi

Vuoi esprimerti attraverso il canto? Questo è il posto giusto per te, un luogo dove puoi realizzare i tuoi sogni e dare libero sfogo alla tua creatività. Il Dipartimento di canto è pensato con questo obiettivo e si fonda su un’offerta formativa dinamica che si adatta alle tue esigenze. Se vuoi capire un po’ meglio come funziona e vuoi avere qualche informazione in più, continua a leggere e scopri ciò che abbiamo da offrirti.

Il Dipartimento di canto

Il Dipartimento di Canto è costituito da insegnanti competenti e qualificati, inseriti a 360 gradi nel mondo dell’industria musicale che sapranno aiutarti al meglio accompagnandoti nel mondo della musica facendoti divertire e crescere musicalmente. Ogni insegnante del Dipartimento ha un’ottima preparazione tecnica che ti permetterà di acquisire gli strumenti necessari per imparare a cantare o, se hai già un po’ di esperienza, di perfezionare il tuo modo di farlo.

Le lezioni

Il corso è individuale, a cadenza settimanale ed è composto da 30 lezioni da 45 minuti. Ognuno degli insegnanti ti guiderà durante tutto il percorso per farti acquisire la buona tecnica del canto, capacità di lettura della musica, la conoscenza dei vari stili e di interpretazione. Il corpo docenti del dipartimento ti incoraggerà a sperimentare stili diversi, si impegnerà a trasmetterti un bagaglio di conoscenze musico-culturali variegate con il fine di darti tutti gli strumenti necessari per far sì che tu riesca ad esprimerti liberamente.

Prima fase: tecnica di base
Con Tecnica di base si intendono tutte le nozioni rivolte ad una prima comprensione e consapevolezza della propria vocalità, che permette ad una persona di capire come poter emettere suono senza arrecare danni al proprio apparato fonatorio

  • Respirazione diaframmatica
  • Posture corrette del cantante
  • Comprensione della propria estensione e tessitura vocale
  • Conoscenza dell’apparato fonatorio
  • Cura del proprio apparato fonatorio (buone e cattive abitudini per la nostra voce)
  • Principali registri vocali (voce piena, mista, falsetto)
  • Principali risonatori vocali (petto, maschera, testa)
  • Attacco corretto del suono
  • Passaggio di registro
  • Vocalizzi rivolti ad un buon utilizzo della voce
  • Vocalizzi rivolti alla consapevolezza della propria vocalità

Materiale: Claire Dinville, La voce Cantata e la sua Tecnica

Seconda fase: Tecnica avanzata
Qui invece vengono elencate tutte le nozioni che permettono l’esecuzione di una/più canzoni con tecniche vocali differenti, senso critico e capacità interpretativa. È importante che una persona che vuole imparare a cantare comprenda che, prima di potersi buttare sull’esecuzione di una canzone o di un repertorio dall’inizio alla fine, deve essere a conoscenza di cosa significhi prendersi cura della propria voce e di come poterla sfruttare al meglio. Più pazienza si ha all’inizio e più ci si diverte dopo.

  • Conoscenza e consapevolezza dell’utilizzo dei registri e dei risonatori vocali funzionale al tipo di impatto vocale che si desidera avere
  • Tecniche rivolte ad uno specifico genere musicale e ad esigenze interpretative mirate: belting, vibrato, vocal fry, crying effect, voce ariosa, registro di fischio, registro nasale, falsettone, melismi etc. (in base all’insegnante che si sceglie si può apprendere di più o meno di un determinato stile)
  • Interpretazione di un brano a partire dalla conoscenza della storia e il significato del brano stesso
  • Dizione
  • Ricerca di un proprio ed unico stile
  • Utilizzo del microfono live e di effetti utili ad una performance
  • Saper registrare la voce in modo professionale

Materiale: Mario De Santis-Franco Fussi, La Parola e il Canto; Antonio Juvarra, Il Canto e le Sue Tecniche Giorgio Dal Piai, Dizione e Fonetica

Terza Fase: Conoscenza musicale
In questa fase vengono elencate quelle nozioni musicali che un cantante dovrebbe conoscere. La maggior parte delle persone che si prestano al canto danno poca importanza alla teoria musicale e alla conoscenza della storia della musica. Noi cerchiamo di introdurre questi argomenti all’interno del nostro programma didattico, in modo da formare cantanti che si possano definire musicisti a tutto tondo.

  • Storia della musica e dei generi musicali
  • Esercizi di ritmica + solfeggi ritmici
  • Comprensione della struttura di una canzone
  • Solfeggi cantati
  • Conoscenza base di armonia
  • Seconde voci/Armonizzazioni
  • Improvvisazione

Materiale: Lazzari, Solfeggi cantati; Andrea Avena, Teoria e Armonia, Dante Agostini, Solfeggi Ritmici

Il nostro compito principale è quello di alimentare di continuo la tua voglia di scoprire cose nuove, stimolarti e far in modo che tu sia sempre desideroso di imparare con l’obiettivo di farti divertire e darti la possibilità di esprimerti. Per concludere ci teniamo a dirti che ciò che abbiamo più a cuore è la tua curiosità! Noi siamo qui e non vediamo l’ora di iniziare! Tu che aspetti?