Game Audio Deconstructed 2019

Il mondo dell’audio per videogiochi è un settore in forte espansione e alla costante ricerca di nuovi talenti. Dal 2017 abbiamo avviato il progetto Verona Game Audio con l’idea di creare una community di appassionati, di professionisti di qualsiasi livello che già lavorano in questo ambito e di giovani che sognano di fare della produzione

I metadati sono il piccolo grande problema che affligge l’industria musicale

Questo articolo è stato pubblicato originariamente da Dani Deahl sul sito The Verge. Abbiamo deciso di tradurlo e pubblicarlo sul nostro blog pur non avendo mai ricevuto risposta alle nostre numerose richieste di permesso. Di recente ho parlato con un musicista a contratto con una delle etichette indipendenti più importanti e mi ha raccontato che

Aloud, primo anno a tutta birra

Per noi questo che sta terminando è stato un anno speciale: il primo di Aloud! Dopo sei anni di unione virtuale, finalmente CSM e CIM si sono uniti concretamente in un’unica associazione, che ha scelto un payoff importante: a voce alta, come deve essere, secondo noi, la voce della cultura e della musica e di

Novation Launchpad: storia di un controller e della sua rivoluzione

Con questo articolo proveremo a ripercorrere la storia e l’evoluzione del Launchpad, un controller MIDI prodotto da Novation che, nel corso degli ultimi anni, anche grazie a YouTube, è diventato uno dei prodotti più venduti e di maggiore successo dell’azienda britannica. Cos’è il Launchpad? Il Launchpad, l’abbiamo già detto, è un controller MIDI: uno strumento,

Le novità di Ableton Live 10.1

Ableton ha finalmente rilasciato, dopo mesi di beta testing, l’aggiornamento alla versione Live 10.1 che introduce interessanti novità nella gestione del flusso di lavoro, un miglioramento generale delle prestazioni e della stabilità del programma oltre, ovviamente, a dei nuovi effetti audio. Zoom: nuove scorciatoie da tastiera In questo aggiornamento sono state aggiunte o modificate alcune scorciatoie

Inside the Music: il video dell’incontro con Carosello Records

Avevamo già anticipato parte del contenuto del primo incontro del progetto MIDI Music Industry Dialogues and Insights con Carosello Records in questo post. Ora, sul nostro canale YouTube è possibile vedere il video dell’incontro. Buona visione! Il progetto MIDI Music Industry Dialogues and Insights, giunto alla terza edizione, è un progetto nato con lo scopo

Global music business

Qual è la situazione dell’industria discografica nel 2019? Generi musicali in continua metamorfosi (e, spesso, difficilmente etichettabili), artisti/brand, promozioni da milioni di dollari sotto qualsiasi tipo di forma, musica fruibile in streaming: cos’è successo all’industria discografica?Se qualcuno, dieci anni fa, avesse detto quanto riportato sopra, probabilmente sarebbe stato portato in un sanatorio mentale. Ma oggi

Viva Chile!

È il 5 settembre del 1973. Le strade di Milano sono sommerse da un via vai di persone in festa che cantano, ballano, applaudono e sventolano bandiere contro il razzismo, il fascismo, la guerra e i pericolosi movimenti politici che avrebbero potuto minare la democrazia (d’altronde in Italia erano i cosiddetti Anni di Piombo).Fra i

Storia della Roland 303

La TB 303 Bass Line è stato uno dei progetti sviluppati da Tadao Kikumoto, ingegnere capo dell’azienda giapponese Roland e famoso anche per aver contribuito allo sviluppo delle drum machine 808 e 909, con l’obiettivo di creare uno strumento in grado di riprodurre il suono del basso elettrico il più fedelmente possibile. Nel 1982 Roland

Siamo ancora in grado di riconoscere la bellezza?

Un rapido sguardo alla correlazione tra arte e mondo globale Negli ultimi vent’anni il progresso tecnologico ha portato l’industria creativa ad un livello mai sperimentato prima. Il cambiamento ha riguardato tutti i settori dell’arte, ma il mondo musicale è forse quello che è cambiato maggiormente. I fattori che hanno contribuito a questa evoluzione sono principalmente

Come si gestisce un’etichetta discografica nel 2019

Il primo incontro della rassegna MIDI Music Industry Dialogues and Insights, giunta alla terza edizione, si è svolto giovedì 18 aprile nella nostra sede in centro storico. L’ospite della serata era Giuseppe Barone di Carosello Records, un’etichetta indipendente che da più di 60 anni opera del panorama discografico italiano. MIDI è un progetto di natura

BloodSugarSexMagic

La musica è un contenitore che continua ad accogliere a braccia aperte nuove idee, nuove canzoni e nuovi dischi; ci sono dei momenti storici in cui procede verso una sorta di saturazione e, arrivati a questo punto, c’è la necessità di qualcosa che penetri la situazione stagna, per permettere la partenza di un nuovo ciclo.

Isole Orcadi: il lusso del tempo/3

Terza e conclusiva puntata del reportage di Alessandro Morandini, Luisa Fazzini e Agostino Falconetti. La prima puntata la trovi qui Orcadi 1, e la seconda qui Orcadi 2 Agostino. “Ma che bel castello…”. Viene spontaneo pensarlo mentre entriamo dove un tempo c’era il ponte levatoio di Urquhart e ci perdiamo tra questi sassi vecchi di

Futura Italia: l’avventura di Aloud a Genova con La Classe Creativa

Aloud, nei panni di CSM College, è stato presente alle occasioni celebrative del Piano Nazionale Scuola Digitale fin dal primo anno, nel novembre 2016, quando il Ministero dell’Istruzione ci ha invitato a tenere dei workshop e a dimostrare il nostro progetto La Classe Creativa all’evento tenutosi alla Reggia di Caserta. Dopo due partecipazioni a eventi

Isole Orcadi: il lusso del tempo/2

Scozia breve in libertà. Seconda puntata del reportage di Alessandro Morandini, Luisa Fazzini e Agostino Falconetti. La prima puntata la trovi qui: Orcadi 1 Agostino. Si può ancora in un mondo ormai interamente mappato, controllato dai satelliti e dalla rete, viaggiare ancora col fascino dell’imprevisto? La prima mano ci viene data dal navigatore in dotazione

Il post-hardcore

Se urli, non per forza sei uno squilibrato Partiamo dal presupposto che se un genere musicale contiene la parola post, automaticamente diventa difficile da identificare e nessuno sa più bene di cosa si stia parlando… Aggiungiamo il fatto che l’altra parola contenuta nel nome è hardcore e la frittata è fatta. Per fare un po’

Isole Orcadi: il lusso del tempo/1

Scozia breve in libertà.Testo di Alessandro Morandini, Luisa Fazzini e Agostino Falconetti. Il valore di un viaggio è nella qualità dei ricordi che la memoria seleziona. Quando ci siamo messi a tavolino a progettare la nostra Scozia breve in libertà abbiamo compreso che ci stavamo regalando una sfida: rendere non usuale un itinerario noto e

Velocità estrema: il blast beat

All’inizio degli anni Ottanta, negli USA si diffonde a macchia d’olio un nuovo tipo di musica: il thrash metal. Sebbene il genere affondi le sue radici nella musica britannica ed europea in generale, il focolaio si trova in California. La genesi di questo nuovo stile è dovuta, come spesso accade, alla fusione tra più generi;

Sidechain: da Hollywood ai festival più importanti

Quando una tecnica di produzione diventa stile esecutivo Quando per la prima volta, durante una discussione musicale in famiglia, ho utilizzato la parola Sidechain, i miei genitori mi hanno guardato quasi come se avessi appena detto una frase in cinese mandarino. Per spiegarlo in maniera molto semplice, ho paragonato questo utilizzo particolare del compressore al

Non usare la testa, usa le dita

Il tapping è una tecnica resa celebre negli anni ’80 dal chitarrista americano Eddie Van Halen e in seguito da Joe Satriani.

Kind of Blue

L’inizio del jazz modale Cinquantaduesima strada di New York: cos’ha di così particolare una traversa di Manhattan per essere diventata un’icona nel mondo della musica? Semplice: tra gli anni ’30 e gli anni ’50 qui, proprio lungo la Cinquantaduesima strada, si trovavano i jazz club più importanti al mondo e, grazie a questo, qui si

Straight outta Compton

La voce del ghetto Los Angeles, 1988. L’avvento del crack in città (avvenuto agli inizi degli anni ’80) ha stravolto la vita dei suoi cittadini: la droga, grazie al costo abbordabile, circola in tutta la megalopoli americana, concentrandosi principalmente nei quartieri posti più in periferia, dove l’alto tasso di disoccupazione e l’elevata criminalità hanno fatto

Il paradosso indiependente

Stava iniziando la primavera del 2010 quando un amico mi portò per la prima volta ad un concerto di musica cosiddetta indie. Non avevo mai sentito quel termine, e conoscevo a malapena il gruppo che avrebbe suonato quella sera in un centro sociale sperduto nel Trentino: i Ministri. Il concerto fu pazzesco, eravamo pochissime persone,

Livelli di registrazione

Con la sempre maggiore diffusione degli home studios e degli aspiranti producers, la discussione sui livelli di registrazione si è ampliata enormemente. Sull’argomento ci sono pareri discordanti e parecchia disinformazione. Andiamo a scoprire più in dettaglio di cosa si tratta. Nell’era della registrazione analogica (su nastro, per intenderci), era piuttosto difficile individuare il livello giusto

Sanremo, quanto ci annoi ma quanto ci piaci

Il Festival e i suoi tanti luoghi comuni Come ogni anno, anche in questo 2019 si rinnova il rito: cinque lunghe (lunghissime) sere davanti alla televisione per ascoltare una lunga (lunghissima) sequela di canzoni e arrivare a vedere chi vincerà.Perché in così tanti ci ostiniamo a fare le ore piccole in settimane di lavoro intenso,

NAMM 2019: le novità più interessanti

Dal 24 al 27 gennaio ad Anaheim in California si è tenuto il NAMM, una delle più importanti fiere del settore musicale e audio professionale. Come da tradizione, anche quest’anno i produttori di strumenti musicali hanno cercato di stupire il pubblico con i loro nuovi prodotti. Abbiamo deciso di raccogliere in questo articolo quelle che,

Hendrix: una scintilla di genio e di rinnovamento

Quel 18 giugno del 1967 a Monterey fu un giorno particolarmente caldo e afoso tanto che il bollettino del meteo segnalò, alle ore 14:27, una temperatura di picco di 36 gradi centigradi. Nessuno all’epoca poteva immaginare che quella sera uno sconosciuto, un nero di Seattle, avrebbe “mandato a fuoco la folla” e cambiato per sempre

Il suono di Manchester

Una guida ad uno degli album più influenti del rock (che probabilmente non hai mai ascoltato) Siamo a Manchester nel 1979, per la Factory Records esce l’album Unknown Pleasures, esordio assoluto per i Joy Division. Una band che si è già fatta notare nel panorama nazionale (soprattutto grazie al suo istrionico frontman Ian Curtis), ma

Novità Obsolete: un album che cerca il futuro

In Novità Obsolete, disco d’esordio della band L’Alibi, (a.k.a. la classe del secondo anno del corso universitario BTEC Higher National Diploma In Music presso il CSM College di Verona) ci potrete trovare di tutto: dagli interrogativi stanchi su come il passato potesse andare diversamente fino alle speranze di un futuro più luminoso di quello che questo mondo

Guerrilla Gig, i concerti D.I.Y.

Esibirsi in una gig di successo è il sogno di ogni (giovane) musicista. Con questo brillante articolo di Cesare Cognini proviamo a capire una modalità creativa e innovativa per farlo, grazie ai concerti ‘fai-da-te’. Quella che segue è una scrittura piacevole e ricca di informazioni, quindi non mi dilungo e vi invito a leggerla! Lucia

Track Deconstruction: Alice Merton – No Roots

All’ultimo incontro dell’Ableton User Group Verona abbiamo analizzato insieme il brano No Roots di Alice Merton e abbiamo provato a scoprirne i segreti. Ecco il risultato: Premessa Se ascoltate la radio è molto probabile che conosciate già questa canzone: negli ultimi due mesi è andata in rotazione nelle principali stazioni italiane. Il motivo per cui è stata

Prima dei microfoni: il belting

Oggi la rubrica è specialmente dedicata ai cantanti: Lorenzo Pullara (con un piccolo contributo della sua insegnante Elvira Caobelli) ci spiega la tecnica del belting, la sua storia e il suo utilizzo. Tante informazioni interessanti, che ci fanno capire come nulla nasca dal caso. E, in conclusione, uno spunto di discussione, che invito il lettore

Merry-Go-Round: la scintilla da cui è nato l’hip-hop

Dalla passione per la musica più legata alle origini dei popoli, un articolo che racconta la nascita di quella che è oggi la più diffusa espressione artistica afroamericana, l’hip-hop. In modo diretto ed entusiastico, Giovanni Maffezzoli ci porta agli albori di questa cultura, lasciando intravedere l’importanza sociale del fenomeno e la sue eredità. Yo, get down!

Click! Qualche parola sull’industria musicale nel mondo globalizzato

Con Click! tornano gli articoli frutto del lavoro degli studenti dell’Higher National Diploma per l’approfondimento del rapporto tra musica e società. Un’analisi attenta e meticolosa, oltre che brillante, del mercato globalizzato e del diverso modo di fare e consumare musica, arricchita di dati e grafici. E pur nel riportare dati effettivi, l’autore Michele Gelmini ci regala

Come cambia il modo di fare musica

Da sempre la tecnologia ha, nel nostro lavoro, un ruolo predominante. Nella musica degli ultimi 70′ l’evoluzione tecnologica è stata protagonista, introducendo nuovi strumenti, nuove sonorità, nuovi modi di creare e fruire la musica. Molti generi musicali sono legati alla comparsa di strumenti elettrici ed elettronici: pensiamo, ad esempio, a tutta la produzione rock dai

La Classe Creativa alla Settimana del PNSD

Il Piano Nazionale della Scuola Digitale è un documento rilasciato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca che descrive le strategie che si intendono adottare per innovare la scuola italiana in ottica digitale. A un anno dall’entrata in vigore di questo piano, il MIUR ha organizzato una tre giorni aperta a studenti, insegnanti, presidi e innovatori

Dalle mosche alla batteria: le spazzole

Nell’ambiente jazz vediamo frequentemente usare, dai batteristi, un particolare tipo di bacchette note con il nome di spazzole e, come vedremo a breve, poche cose hanno una storia così particolare. Tra la fine del 1800 e l’inizio del 1900 una piaga, tutt’ora esistente, affliggeva la vita quotidiana delle persone, nell’intimità delle loro stesse case. Questa piaga

La musica sul piccolo schermo: le serie tv musicali da non perdere

Negli ultimi anni le serie TV sono diventate un vero e proprio fenomeno di massa, destinato a crescere ancora. Sceneggiatori, registi e produttori attraverso questa forma di narrazione raccontano e sviluppano storie che altrimenti sarebbero sacrificate nei tempi di un classico lungometraggio. Il pubblico, sempre più numeroso, sembra apprezzare questa nuova tendenza tuffandosi negli svariati mondi paralleli

Trane: un treno supremo

Ebbene sì: provate a chiedere a una persona qualunque chi è John Coltrane, vi risponderà certamente la prima cosa che le salta in mente o semplicemente che non ne ha la minima idea; fate poi la stessa domanda a un musicista o appassionato di jazz, vi risponderà che John William Coltrane (23 Settembre 1926-17 Luglio

The Wall – Il muro siamo noi

The Wall non è un disco, un film o un’opera teatrale. The Wall è la storia di Roger Waters, un uomo che ha avuto il coraggio di scavare in profondità, attraverso lividi e ferite forse non ancora cicatrizzate. Ha scavato con cura, per tentare di riempire il grande vuoto che sentiva dentro, per trovare qualcosa

Perché Ableton Live dovrebbe essere la tua prossima DAW?

Scegliere quale software di produzione musicale (in inglese, Digital Audio Workstation) imparare a utilizzare può far venire il mal di testa: esistono almeno una decina di programmi sul mercato e, se fino a qualche anno fa c’erano delle reali differenze tra uno e l’altro, oggi sembrano essersi tutti uniformati. Ableton Live rimane ancora, per alcuni

Apple Music Memos: registra le tue idee musicali

Ogni musicista lo sa bene: quando arriva l’ispirazione non bisogna lasciarla scappare. In più di un’occasione mi è capitato di assistere a seminari con artisti di fama internazionale in cui veniva consigliato di avere sempre a portata di mano un registratore portatile per salvare le proprie idee. Uno degli esempi più celebri è la registrazione di Paul McCartney

Non c’è musica (né studenti) di serie B

Tra i provvedimenti della Legge di Stabilità 2016 c’è un contributo di 1000 euro che viene dato per l’acquisto di uno strumento musicale agli studenti impegnati in questo affascinante settore; la circolare, però, parla di “studenti dei conservatori e degli istituti musicali pareggiati”, e se così fosse sarebbe una profonda ingiustizia, oltre che una grossa limitazione al concetto

Sonata in Eb per iPad

Torniamo a parlare di musica e tecnologia. Con questo articolo, Luca Fagagnini ci presenta la sua opinione riguardo la facilità con cui, oggigiorno, chiunque può fare musica. Aprire gli orizzonti, non fermarsi ad una critica sterile e superficiale, scoprire il bello in ciò che è nuovo e sconosciuto: credo che alla base dell’articolo ci siano

Fingerstyle, una tecnica per tutti i gusti

Torna la nostra rubrica di contestualizzazione della musica e stavolta ci occupiamo di uno stile esecutivo tipicamente chitarristi, il fingerstyle. Un po’ di nozioni tecniche, l’indicazione dei maggiori esponenti e la loro collocazione musicale ci daranno la giusta curiosità per andare ad ascoltare qualcosa nel vasto mondo musicale che fa di questa tecnica la propria caratteristica. Buona lettura!

“ATTIVAMENTE” – LA CONCLUSIONE DEL PROGETTO

In quest’ultimo articolo gli studenti del secondo anno dell’Higher National Diploma in Music ci raccontano la fase finale di “Attivamente”, un progetto che ha portato ricchezza spirituale, gioia e momenti di riflessione a tutte le persone coinvolte. “Attivamente” si è concluso nella settimana appena trascorsa. E’ stata una bellissima esperienza, che è terminata con un ultimo incontro,

La Fattoria della Musica

Un progetto tanto semplice quanto efficace. Un negozio di strumenti musicali, una scuola professionale di musica e 50 ragazzi e ragazze delle scuole medie in esplorazione nel mondo della creatività. Una gita nel mondo degli strumenti musicali e dei musicisti ‘moderni’ (già, ancora oggi si usa questo termine…). “Ragazzi, siate curiosi, perché qui vedrete strumenti

“ATTIVAMENTE” – AGGIORNAMENTO E RIFLESSIONE SUL PROGETTO

Il progetto “Attivamente” è ormai a buon punto. In questo articolo scritto da Elvira Caobelli vi spieghiamo come sono andati gli incontri in queste due settimane. I laboratori per il nostro progetto di Community Music stanno procedendo alla grande. Gli ospiti del SAO sono sempre lieti di riprendere in mano il lavoro e sempre di più

Quando la notazione grafica incontra la sperimentazione musicale

Un argomento originale, nell’ambito degli interessi dei nostri studenti, e trattato in modo del tutto personale. In questo articolo scritto l’anno scorso Giovanni Franceschini (ora parte integrante del nostro staff docente) esplora il concetto di libertà esecutiva sulla base della notazione sperimentale: con esempi che offrono ottimi spunti di ascolto, fornisce la sua personale opinione sul

All You Need Is Love

Continua a meravigliarmi come una band attiva 50 anni fa continui a far sognare i ragazzi. Nelle mie classi non manca mai l’appassionato dei Beatles, o semplicemente quello o quella che ne propone un brano nei repertori che devono preparare. E’ una meraviglia emozionale, perché…sì, è davvero bello! E in questo articolo Elvira spiega perché ciò

L’esperienza di un concerto in HD

Non capita tutti i giorni di assistere alla presentazione di prodotti che potrebbero letteralmente «rivoluzionare il mondo della musica», come afferma Luca Giannerini fonico e beta-tester, eppure la settimana scorsa abbiamo avuto l’onore – invitati da Musicalbox, VDM Group e Merging Technologies – di assistere alla presentazione di un nuovo sistema audio digitale dedicato al mondo

“ATTIVAMENTE” prosegue!

Il progetto “Attivamente” prosegue con due nuovi appuntamenti di attività musicale! La formula è sempre la stessa, tanta musica da condividere insieme, provando a suonare percussioni varie e cantando. Cambia il brano analizzato: dopo “Figli delle stelle” di Alan Sorrenti, questa volta è stato il turno di “E la luna bussò”, di Loredana Bertè.L’idea era quella

Django Reinhardt: vita, salvezza e miracoli

Un viaggio indietro nel tempo, ad esplorare un genere e un artista forse poco noti ai più, ma fondamentali nella storia della musica jazz. Luca Fagagnini ci racconta la storia di Django Reinhardt, musicista coraggioso che ha superato brillantemente un incidente menomante e che, grazie alla musica, è sopravvissuto alle tragedie della Seconda Guerra Mondiale.

“Attivamente” – I primi incontri

Ora che il progetto è entrato nel vivo, vi verrà raccontato direttamente dai ragazzi dell’HND2 attraverso le loro impressioni. L’articolo che segue è stato scritto da Pietro Pizzoli. Il progetto “Attivamente” è entrato nel vivo con i primi due appuntamenti di attività vera e propria, che sono stati anticipati da un incontro introduttivo. Nei primi

MPC: Evoluzione del BeatMaking da Studio a Live

Torniamo a parlare di tecnologia in campo musicale: Igor Dall’Avanzi studia e racconta le groovebox per poi giungere all’esaltazione del concetto di innovazione. Al di là di qualunque dibattito, sempre aperto quando si tratta di cambiamenti, è bello pensare che l’evoluzione tecnologica porti a nuovi modi di fare e interpretare la musica. Lo propongo volentieri,

Rabbia Contro la Macchina

Rabbia, ribellione, attivismo politico: la nuova riflessione di “Music in Context” ci porta in questa direzione di impegno socio-politico nato da circostanze sociali difficili. Uno dei tanti esempi in cui la musica è messaggio forte ed esce dal recinto estetico per proclamare ideali e spronare all’azione. Un articolo che traccia la storia di Zack De

“Attivamente” prende vita!

Questa nuova rubrica ha lo scopo di raccontare il progetto di Community Music “Attivamente”, ideato e realizzato dai ragazzi del secondo anno del BTEC Higher National Diploma in Music. Attraverso la descrizione dei laboratori musicali tenuti dagli studenti vi parleremo di vite che hanno acquisito gravi disabilità dovute a malattie o incidenti, tali da condizionare

Stromae: quello che non ti aspetti

La novità all’inizio può essere accolta con diffidenza. Anzi, lo è quasi sempre. Ed è bello scoprire come una mente vivace e creativa come quella di un giovane musicista si sia aperta ad una strana novità. Oggi per “Music in Context” parliamo di Stromae e di come il suo exploit sia stato possibile in questo mondo

Le due facce della medaglia nel grunge

Torna dopo la pausa natalizia la rassegna di articoli scritti dai nostri studenti, “Music in Context”. Oggi vi propongo l’analisi di uno dei generi che hanno indubbiamente caratterizzato gli anni ’90: il grunge. Un genere tormentato, nato in un luogo dove non c’è mai il sole e caratterizzato dai destini autodistruttivi dei suoi protagonisti. Bentornati 🙂

Sto andando a Graceland

Dopo un paio di settimane di assenza, torna la rubrica Music in Context, nella quale vi presento gli articoli scritti dagli studenti dell’Higher National Diploma nell’ambito di questa materia affascinante: una continua esplorazione del ruolo della musica nella società, dei fattori che ne determinano forma e sviluppo, che la influenzano in vari modi. Questa settimana

Bluebeat a strisce verdi, nere e gialle

Con un giorno di ritardo rispetto al solito lunedì, ecco il terzo articolo della rassegna “Music in Context”. Questa volta si parla di un genere musicale, lo ska (o bluebeat), e del contesto storico-sociale nel quale si è sviluppato. Io ho apprezzato la scelta di un genere felice, evidentemente ‘ripescato’ dagli ascolti avvenuti negli anni dell’adolescenza,

Ciò che si vede dall’altra parte

La passione per un artista, sentimento spesso viscerale, diventa ancora più importante quando si fa lo sforzo di comprenderne il significato. In questo articolo Andrea ci dimostra come spesso non si tratti solo di musica, ma di condivisione di idee o anche di inclinazioni; si tratta anche, semplicemente, di comprendere gli elementi sociali che permeano le

Il futuro è nelle nostre mani

Una delle materie che insegno nel corso Higher National Diploma (HND) in Music si occupa di contestualizzare la musica nell’ambiente sociale, definendo tutti i diversi fattori (società, politica, tecnologia, cultura…) che ne influenzano le modalità di creazione e di fruizione. Gli studenti sono chiamati a scrivere articoli nei quali analizzano tali fattori. Da oggi ve

Back to school: le migliori app per iOS per il ritorno a scuola

Per molti la campanella è suonata un paio di settimane fa, per gli studenti dei nostri corsi di diploma biennali BTEC lunedì 29 settembre sarà il primo giorno di scuola. Nonostante la maggior parte dei giovani abbia oggi a disposizione dei dispositivi elettronici, il processo di digitalizzazione della scuola italiana ha ancora molta strada da fare.

Alla ricerca di una nuova sede

Ci abbiamo provato, ci abbiamo provato per più di un anno e mezzo e, per ora, non ci siamo riusciti. Negli ultimi mesi abbiamo lavorato instancabilmente alla ricerca di una nuova sede per il CSM College: più moderna, più confortevole, più adatta alle nostre e vostre esigenze, scandagliando dapprima tutta la ZAI di Verona e,